il sito dedicato all’accordo ADR by flashpoint
ACQUISTA

Novità ADR 2017

scarica il company profile flashpoint

brochure

scarica la brochure servizi flashpoint

brochure

Gli aggiornamenti ADR 2017


Sull’accordo ADR 2017 sono intervenuti notevoli aggiornamenti e modifiche, in particolare su:

• Terminologie e definizioni;
• Carburanti (combustibili) usati per il viaggio, che oggi godono di un regime di esenzioni;
• Trasferimenti in galleria di specifici materiali potenzialmente pericolosi per l’uomo o per l’ambiente, per cui è stata semplificata la normativa;
• Trasportatori e addetti al riempimento, al carico e allo scarico, relativamente ai loro obblighi
• Consulenti per la sicurezza, relativamente agli esami.
• Gas, con riferimento ad aspetti specifici.
• Materiali che polimerizzano, i difenilmetani monometilici alogenati capaci di produrre diossine, la tossicità delle merci con numeri ONU 2977, 2978 e 2815, le cisterne impiegate per il fosforo.
• Trasporto di animali infetti vivi o geneticamente modificati.
• Pile al litio
• Quantità esenti, con modifica delle condizioni di utilizzazione del materiale adsorbente.
• Imballaggi, con disposizioni per le prova di tenuta e per l’uso
• Esplosivi, per classificazione e disposizioni sulla presenza ammessa di piccole quantità di metallo
• Marcature ed etichettature
• Documento di trasporto con introduzione di nuove diciture: «Classificato conformemente al 2.1.2.8», «Trasporto secondo la disposizione speciale 363», «con residui […]», «Trasporto secondo la disposizione speciale 378», «Trasporto secondo la disposizione speciale 310»
• Trasporto di ghiaccio secco
• Involucri di contenimento con prescrizioni su costruzione e prove, introduzione di nuove norme e aggiornamento di regole esistenti, semplificazione di alcune procedure e introduzione della nuova categoria dei contenitori per il trasporto alla rinfusa BK3;
• Carico, scarico e manutenzione con norme su autorizzazioni per il carico in comune di esplosivi da mina e nitrato di ammonio del numero ONU 3375, norme sulla quantità massima di esplosivi su veicoli dei tipi EX/II e EX/III, rischio relativo al confinamento con marcatura su contenitori e veicoli per il trasporto di polimeri espansibili;
• Costruzione e approvazione dei veicoli con linee guida per la compilazione del certificato di approvazione, obbligo di conformità ai regolamenti ECE applicabili per i serbatoi di carburante dei veicoli, autorizzazione dei gas come carburanti ed eliminazione dei veicoli OX.

Fonte: Competente Dip. Federale CH

COSA CAMBIA IN MEGLIO?


In generale, le modifiche contenute nell’ADR 2017 impattano positivamente sulla protezione dell’ambiente e sulla sicurezza stradale. Per esempio è opportuna e foriera di utili semplificazioni l’introduzione di alcune agevolazioni previste dall’ADR 2017 come quelle per il trasporto in galleria di determinate materie che non comportano pericoli specifici per le gallerie.

Parimenti positive saranno altre ricadute conseguenti alle novità dell’ADR 2017, in particolar modo per specifici settori. Per esempio, l’eliminazione di alcune inutili restrizioni per il trasporto in galleria di materie infettanti e pericolose per l’ambiente costituirà una notevole facilitazione per l’assistenza medica.

Novità anche sulla lettera normativa di numerose disposizioni specifiche e sull’ambito di applicabilità o esenzione. Sottolineiamo in particolare la meritoria ratio che ha portato all’emanazione di molte di queste norme, a volte per ottenere una benefica semplificazione procedurale, altre volte per agevolare il trasposto intermodale omogeneizzando le norme per tutta la filiera, altre ancora per eliminare disposizioni oggettivamente inutili, talora perché eccessive (p. es. in caso di quantità minimali della merce soggetta a normativa) e talora addirittura fuori luogo come quelle che prevedevano disparità di trattamento tra il trasporto in galleria e quello su tratti a cielo aperto anche in caso di rischi esattamente corrispondenti.

Anche il tema della classificazione annovera novità normative per semplificare la burocrazia: infatti il nuovo sistema permette allo speditore, ove possibile e con il consenso dell’autorità competente, di classificare diversamente alcune materie, purché lo segnali chiaramente sul DDT con apposita dicitura.

Non mancano comunque disposizioni che implicheranno un aggravio di oneri a carico di alcuni soggetti, come la nuova etichetta di pericolo per le pile al litio con il relativo adeguamento delle prescrizioni; anche le norme che perseguono l’allineamento alle raccomandazioni dell’ONU (Orange Book) sulla regolamentazione per veicoli e apparecchi potrebbero impattare in modo negativo su alcune attività.

UNA NUOVA TERMINOLOGIA

L’introduzione di modifiche terminologiche è diffusa in tutta la regolamentazione: la più importante riguarda i concetti di «marchio» inteso come insieme di lettere, cifre, simboli e pittogrammi che si appone sugli imballaggi, e di «marcatura» come attività finalizzata all’apposizione di un marchio. L’ADR 2017 inoltre sostituisce alcuni termini con altri: «apparecchio» viene sostituito da «oggetto», per «placcatura» si intende ora la «placca-etichetta» e non l’azione di apporla; il generico «segnalazione» viene sostituito con «marchi e pannelli arancioni», «carburante» diventa «combustibile», eccetera.

ALTRE NOVITA’

Oltre a modifiche sulle norme specifiche, l’ADR 2017 è intervenuto anche modificando in più punti l’ambito della loro applicazione; per esempio, l’approvazione unilaterale per i materiali radioattivi non si applicherà più alla prima parte contraente interessata dall’invio, bensì a qualsiasi parte contraente l’ADR. Un altro aspetto importante riguarda le novità attorno alla figura del Consulente per la sicurezza, per il quale l’ADR 2017 introduce nuovi requisiti per l’esame normale ed elettronico.

Fonte: Competente Dip. Federale CH

Domande, dubbi? Contattaci!

Chiama il numero:

050/716900